Simone Beta

La musica dei Greci, la Grecia in musica: Pizzetti e il mondo classico 

Tra le opere composte da Ildebrando Pizzetti durante la sua lunga carriera, ce ne sono molte che si fondano su soggetti presi dalla letteratura greca e latina. Oltre al suo lavoro più famoso, il dramma musicale Fedra rappresentato per la prima volta alla Scala di Milano, il cui libretto consiste nell’adattamento realizzato da Gabriele d’Annunzio della sua versione della tragedia euripidea, e ai due drammi musicali (Ifigenia e Clitennestra) tratti da tragedie greche, il catalogo di Pizzetti comprende molti lavori (ouvertures, poemi sinfonici, balletti, canzoni, cantate) che documentano la profonda passione del compositore nei confronti del mondo classico. Il saggio passa in rassegna tutti questi lavori, compresi gli abbozzi delle composizioni giovanili rimaste incompiute, scritte in collaborazione con l’amico Annibale Beggi.

Greek and Latin literatures feature prominently as sources of inspiration in Ildebrando Pizzetti’s output. His most famous music drama Fedra, whose libretto was adapted by Gabriele d’Annunzio after his own version of Euripides’ tragedy, was performed for the first time in 1915 at La Scala in Milan. Besides Fedra, Pizzetti’s catalogue includes two other music dramas taken from Greek tragedies (Ifigenias and Clitennestra), and many compositions (ouvertures, symphonic poems, ballets, songs, cantatas) that witness the composer’s deep love for classical subjects. This article reviews all these works, including the early, unfinished sketches, composed in collaboration with his friend Annibale Beggi.

Chiudi il menu